Come un abito

Come materia da indossare delicata ma presente, leggera e informale.

Come un Abito…

Come materia da indossare delicata ma presente, leggera e informale.

Come un Abito che nasce dal gesto di un’artista che tratta materia sensibile attraverso una liturgia di movimento e tecnica, capace di creare raffinatissimo, “vivibile”, collage .

Il tempo di esecuzione dell’opera è documentato dal filo che impuntura la carta elaborata da oli ed emulsioni, esso descrive un moto lento e attento; è la traccia visibile dell’elegante svolgimento del rituale della creazione.

All’interno di questo arazzo di 5 m, vivono i respiri, le pause e le azioni della danza creativa di Carola Masini.

Leggerissima carta affrontata e restituita in maniera plastica, sembra trattenere e interpretare lo spirito di una femminilità forte e gioiosa, quando essa con mestiere e memoria, incontra e ricerca nuove possibilità su “corpo noto”: elaborandolo e rendendolo materia palpabile, cucendolo affinché esso mostri il suo corpo “e-steso”.

Allora l’intervento artistico diventa possibilità di un “oltre” che nasce dalla sinergia, dalla conoscenza, dalla ricerca dell’immagine di un unico in cui l’artista “appunta”, con particolare e personale specialità, più tecniche: dalla pittura alla scultura, dall’assemblaggio all’installazione, modellando una grande opera unica davanti alla quale l’istinto incita al tatto, ma il desiderio è l’indosso.

Romina Guidelli